Franz Hoeflar

Barbiere-chirurgo delle guardie dello Stirland di stanza al villaggio silvano di Nurefhuss

Description:
  • Gobbo
  • Pochi denti
  • Alcolizzato
  • Ha la scabbia e per questo indossa i guanti quando tratta coi malati
  • Nella foto, lo vediamo ubriaco con la cassetta degli attrezzi chirurgici in mano.
Bio:

Ha un modo di fare distaccato ed annoiato, come fosse perennemente esausto e niente lo potesse sorprendere. Se tale attaggiamente dà ai nobili rampolli un’aria chic e decadente, alla figura sgraziata di Franz dà invece un’aria ancora più triste e repellente. Sembra che, a parte il malumore, l’unico sentimento che Franz provi sia il disgusto (per sé, per gli altri esseri umani, per il mondo). Da sbronzo è più calmo, anche se a volte l’alcol gli fa scoppiare qualche cosa dentro, e allora sbotta e grida.

Cresciuto come orfano sguattero in una taverna di Middenheim, è poi stato reclutato a forza nelle salmerie dell’esercito imperiale. Dopo una vita dura e varie peripezie, è riuscito a diventare l’apprendista di uno dei chirughi al seguito delle armate dello Stirland. Pur senza avere un grande talento, non è affatto stupido. Ha sempre obbedito agli ordini e, soprattutto, non ha mai causato problemi. Ben oltre l’età per studiare medicina, si considera estremamente fortunato ad essere comunque riuscito ad entrare nei ranghi dell’esercito. Ha imparato a bere forte, tra i soldati, ed è finito alcolizzato. Per l’ultima parte delle sua carriera è stato mandato di stanza in Sylvania per prestare i suoi servizi al drappello del piccolo fortino di Nurefhuss in qualità di:

  • Barbiere-chiurgo
  • Cambusiere (il che gli dà grande potere presso i soldati)
  • Cuoco

Per un chirurgo di buona famiglia e con buoni studi, una fine di carriera del genere sarebbe stato un incubo e una punizione, ma considerati gli umilissimi natali di Franz, è una buona conquista. Sa benissimo che non si godrà la vecchiaia al caldo di qualche caminetto, ma tanto non ha comunque famiglia. Si sputtana la paga in alcol, che parazialmente anche fotte dalle riserve del fortino, ma sempre in quantità moderata per non farsi scoprire. La sua speranza è che l’alcol gli mangi il fegato prima che lo facciano i vampiri, gli zombi o gli uomini bestia.

Franz Hoeflar

Cast away in Sylvania dottornomade