Tempio di Shallya di Wadenhof

Il tempio di Shallya di Wadenhof non è meno disgraziato che il resto della città. I disperati, i miserabili e i malati si accalcano attorno ad esso e alle sue porte chiuse giorno e notte, lettaralmente accampandovisi fuori e morendo congelati nelle notti di inverno. Il tempio sorge al centro di un’ampia piazza, chimata la piazza di Santa Katrin von Krusescu. A volte, la piazza del tempio è cosparsa di cadaveri. A volte, è una baraccopoli. Di solito, è inondata di sudiciume. Il pavimento non è lastricato: ossa, feci, stracci e roba abbandonata si mescolanocol fango. Cani randagi ululanti e magri vi si aggirano, guardinghi, perché potrebbero trovare qualcosa damangiare,ma anche essere uccisi e mangiati dai pezzenti che si aggirano.

Il tempo misura circa 20 × 20 metri, è un edificio massiccio e austero, sormontato da una cupola bassa. L’edificio è costituito da blocchi di pietra color ruggine, levigati solo fino all’alezza di un uomo nella parte frontale e laterale, a causa della costante pressione dei questuanti. Negli altri punti, la pietra è grezza e frastagliata. Ci sono finestre su tutti i lati, in alto, molto sottili e con aperpetuarchi a sesto acuto, con vetri smerigliati dai colori rosso, porpora e arancione. L’interno è abbastanza spoglio, gli arazzi alle pareti sono così vecchi e maltenuti da essere quasi completamente scoloriti. Per via del colore dei vetri e della roccia, una luce color sangue colora l’interno dell’edificio, e l’effettuo si accentua quando Morrisleb è piena. L’interno del tempio è sempre più freddo che l’esterno, d’inverno è naturale restarci dentro impellicciati. Le porte sono di legno massiccio, quasi sempre chiuse nonostante il perpetuo bussare dei disperati. Si dice vi siano diversi passaggi segreti per permettere a chi è dentro di uscire di nascosto. Di solito c’è un prete, due accoliti e un aiutante. A volte, da altre comunità (per esempio Nurefhuss) dei giovani vengono inviati qui per avere una formazione clericale, e poi tornare dopo qualche anno al villaggio.

PNG del tempio:

  • Padre Tiztchescan Iolaniau (un chierico grasso, calvo, con capelli biondissimi tagliati secondola tonsura e occhi azzurro intenso. Porta le vesti bianche di Shallya, al fianco destro una balestra arrugginita, inutilizzabile, e al sinistro una mazza.)
  • l’aiutante mezz’uomo mezzo scemo di Padre Tiztchescan Iolaniau

Tempio di Shallya di Wadenhof

Cast away in Sylvania dottornomade